(+39) 329 62 91 069 Piazzale Aldo Moro, 3 • c/o PalaRiviera • San Benedetto del Tronto (AP)
19
Ago

Giovani e ristorazione: opportunità, fatica e soddisfazioni

Quando mancano notizie di maggior rilievo, capita che i giornali ritirino fuori vecchie storie legate a straordinari posti di lavoro che i giovani, per pigrizia o incapacità di cogliere le opportunità, non vogliono.

A noi di Accademia Chefs piacerebbe essere la voce fuori dal coro: perché di giovani intelligenti e volenterosi ne accogliamo centinaia ogni anno, osserviamo la loro crescita personale e li salutiamo orgogliosi e con gli occhi lucidi mentre fanno vela verso il loro futuro lavorativo.

E ogni mese dedichiamo spazio alle loro storie: abbiamo parlato di Federico, di Giada, di Riccardo e Miriam, ad esempio, ognuno lanciato verso un futuro fatto di grande fatica e di grandi soddisfazioni. E abbiamo voluto ancora una volta dare voce ad un’altra ex allieva, Caterina Caucci, giovane ma piena di grinta, attualmente impiegata da Sasushi, il famosissimo ristorante di San Benedetto del Tronto. Caterina lavora insieme a Maria Grazia Gallo e Federica Giordani: tutte e tre sono state allieve di Accademia Chefs e le abbiamo viste crescere professionalmente nelle nostre aule, affinare le tecniche che insegnavamo loro, fino appunto ad entrare in un ristorante prestigioso come Sasushi.

-Caterina, perché hai scelto proprio il mondo della cucina?

-Ho scelto la cucina perché è la cosa che più mi fa star bene da quando sono piccolina, stare a contatto con il cibo, osservare mia madre e mia nonna fare dei semplici biscotti. Amavo quelle cose, amavo creare, cimentarmi e pasticciare ai fornelli. Ho iniziato a lavorare a 16 anni e da lì non ho mai smesso. Ho scelto poi di frequentare Accademia Chefs per specializzarmi e affrontare tutte le varie sfaccettature riguardanti questo fantastico mondo. Una volta arrivata lì ho conosciuto diverse realtà, come la cucina molecolare, i piatti fusion, e quindi ho iniziato ad appassionarmi sempre di più al mondo del sushi. In Accademia mi sono trovata benissimo, come me a casa. Oltretutto abbiamo anche collaborato poi insieme per diversi progetti.

Sono entrata poi a lavorare come aiuto cuoca da Sasushi grazie allo chef Valerio Giovannozzi, (e devo dire che amo la sua visione di cucina). È stato lui a darmi l’ispirazione.

-Consiglieresti il tuo lavoro ad un amico? Cosa diresti ad un altro ragazzo che vuole percorrere la tua stessa strada?

-Credo che le opportunità nel mondo del lavoro, soprattutto in questo settore non manchino affatto. Sicuramente è un lavoro molto duro pieno di sacrificio e non tutti sono disposti a passare un intera giornata all’interno di una cucina. È un lavoro stressante, duro, faticoso, logorante. Ma pieno di soddisfazioni.

Io posso dire a tutti i ragazzi che come me amano questo mestiere di non lasciarsi andare e di non sprecare tempo.  Bisogna essere affamati di curiosità, bisogna inventare e cimentarsi sempre.

E non abbattetevi se i risultati tardano ad arrivare, perché poi saranno grandissime soddisfazioni!

CHIAMACI, OPPURE VIENI A TROVARCI!

Chiamaci al numero di segreteria +39 329 62 91 069, oppure vieni a trovarci. Ti aspettiamo!