(+39) 329 62 91 069 Piazzale Aldo Moro, 3 • c/o PalaRiviera • San Benedetto del Tronto (AP)
30
Apr

Il sogno di Miriam

Miriam aveva un sogno: uno di quei sogni grandi e belli che accompagnano certe persone fin da quando sono bambine, uno di quei sogni a cui è difficile smettere di pensare anche quando si fa un altro lavoro.

Perché Miriam Troiani, pastry chef e cake designer, non è stata sempre nel mondo della pasticceria. Il suo è un percorso che arriva da lontano: ma lasciamo che sia lei raccontarci cosa l’ha portata a rendere felici le persone attraverso le sue creazioni.

-Allora Miriam, raccontaci di te: quando è nata la tua passione per la pasticceria?

-Devo dire che fin da bambina ho amato pasticciare con i dolci. Ero sempre attenta quando vedevo qualcuno mettere mano ad una nuova preparazione, e volevo sempre scoprire i segreti celati dietro una decorazione o un impasto. Crescendo, questa passione invece di svanire è diventata sempre più presente, anche se la sorte mi ha portato verso un altro tipo di lavoro. Eppure, nonostante tutto, i miei sabati e le mie domeniche erano sempre consacrate alla realizzazione del dolce perfetto.

-E la pasta di zucchero, che adesso ha tanta parte nelle tue creazioni?

-L’incontro con la pasta di zucchero è stato folgorante: ti offre infinite possibilità di modellazione e realizzazione e la semplice pasticceria diventa una vera e propria forma d’arte. Poi ad un certo punto, mia sorella e mio cognato, consapevoli del mio amore per la pasticceria, mi hanno regalato un corso a Roma (io sono pugliese) con la cake designer Paola Azzolina. Tornando a casa mio cognato mi ha chiesto se avevo mai provato ad immaginare la mia pasticceria: e lì ho capito che non avrei mai voluto fare altro nella vita.

-A questo punto arriva l’incontro con Accademia Chefs di San Benedetto del Tronto.

-Esatto. Tornata a casa ho iniziato a cercare un’Accademia che potesse formarmi a 360 gradi nel mondo della pasticceria e ho scoperto Accademia Chefs. Quando sono entrata da loro, ho parlato dei corsi e mi sono fatta spiegare che tipo di formazione erano in grado di offrirmi, ho capito di essere nel posto giusto. Talmente giusto che non ne sono più uscita! E così ho frequentato il corso di pasticceria professionale per prendere la qualifica, e poi ho seguito altri corsi, come quello di Molly Coppini e Roberto Cantalacqua (da lui ho fatto anche lo stage), il corso di cioccolateria e ovviamente gli imperdibili Master di Luca Montersino. Ho scelto Accademia Chefs perché mi sono resa conto che per fare questo lavoro era necessario avere una formazione solida e completa, e loro sono stati in grado di fornirmela.

-E adesso?

-Ti ricordi il mio sogno? Sta per diventare realtà: spero entro la fine del 2019 di riuscire ad aprire la mia pasticceria e intanto tengo corsi di cake design proprio qui all’Accademia Chefs. Il prossimo ci sarà il primo giugno, con ben 5 ore di lezione pratica.

-La tua è davvero una di quelle storie che siamo felici di raccontare! Un ultima domanda: qual è una delle cose che ti emoziona di più del tuo lavoro?

– Rendere ancora più speciali i giorni felici di chi mi chiede di realizzare una torta: che sia un compleanno, un anniversario, oppure un’altra ricorrenza, quando vedo i visi entusiasti di chi si è rivolto a me, mi sento parte della loro vita e orgogliosa di quello che faccio. Lo sguardo stupito di un bimbo piccolo che scopre la sua torta di compleanno personalizzata, è qualcosa che ti resta dentro.

È sui loro faccini che leggo di aver fatto la scelta giusta!

CHIAMACI, OPPURE VIENI A TROVARCI!

Chiamaci al numero di segreteria +39 329 62 91 069, oppure vieni a trovarci. Ti aspettiamo!